Quotidiano | Interviste | Categorie: Sport vari

Rucco “programma” lo sport: “un assessore dedicato, Nicolai da 6 in pagella”

Di Edoardo Andrein Domenica 15 Aprile alle 16:05 | commenti

ArticleImage

(da LaBaskettara.comIl candidato sindaco di centrodestra più conosciuto e più accreditato per tentare di salire da primo cittadino a palazzo Trissino alle elezioni di giugno è l’attuale consigliere comunale Francesco Rucco. Da lungo tempo impegnato nella vita politica della città, ora sta portando avanti una arcigna battaglia civica, andando controcorrente all’establishment della sua area politica. Da sempre affabile nel porsi con i suoi interlocutori, Rucco ci ha sorpreso dimostrandosi un fiume in piena sul tema sport cittadino in generale, non solo sulla questione del Vicenza Calcio del quale è grande tifoso. 

Tema sport che è trattato esplicitamente anche in uno dei suoi nove punti del programma, il numero otto, dove sono scritti alcuni passaggi come: “maggiore attenzione alle attività sportive meno conosciute, ma molto praticate in città”; oppure “costruzione di un nuovo Palazzetto dello Sport”. Partiamo proprio da qui allora per questa intervista, visto che il suo sfidante alla corsa da sindaco Otello Dalla Rosa ha espressamente parlato da questa testata giornalistica di un nuovo palaeventi in città:

La nostra idea è di creare una sinergia privato-pubblico per il nuovo palasport, ma che non deve prevedere l’ennesima costruzione di un centro commerciale: bisogna fare attenzione però al nodo viabilistico a Settecà. Il prossimo sindaco potrebbe andare al ministero e tra le compensazioni per la Tav chiedere di inserire anche questa nuova struttura.

Quali saranno i primi interventi che metterà in opera per lo sport?

Sto facendo il giro delle strutture, c’è bisogno di manutenzione straordinaria e investimento di risorse, ad esempio per quella della ginnastica artistica vicino al palazzetto, dove ci sono infiltrazioni d’acqua. Inoltre c’è bisogno di più collaborazione con le società sportive: non farò ad esempio più pagare il servizio transenne per gli eventi sportivi in città. Oggi l’ufficio sport è debole e sguarnito di personale, il nuovo assessore allo sport sarà talmente dinamico che faranno fatica a stargli dietro”.

E sull’assessorato uscente, accorpato con l’istruzione, qual è il suo giudizio?

A Umberto Nicolai do una stretta sufficienza, meglio nel primo mandato che nel secondo, ma non è stato un assessore negativo, anche se nella vicenda Vicenza Calcio non ha avuto un ruolo determinante. Il voto è 6, da gestione ordinaria”.
Rucco, infine, puntualizza qual è la sua idea per lo sviluppo dello sport in città:

Arriviamo da una crisi profonda dello sport di vertice cittadino: se non ci fossero alcuni mecenati come Tramarossa e Anthea oggi non esisterebbero quelle società sportive. Per il basket che è ripartito dopo alcuni anni bui ci sono anche altri importanti imprenditori che lo sostengono. Bisogna assolutamente riaprire il rapporto tra società e imprese, il Comune non ha soldi per sponsorizzare”.
Verrà a vedere le partite?
La Tramarossa io sono già stato spesso a vederla giocare”. 

Leggi tutti gli articoli su: Umberto Nicolai, Francesco Rucco
Commenti

comments powered by Disqus
Gli altri siti del nostro network