Interviste | Quotidiano | Gare | Categorie: Rugby

Rugby Senior serie C1 girone A, il Bassano vince a tavolino con l'Oderzo

Di Comunicati stampa Domenica 21 Gennaio alle 17:57 | commenti

ArticleImage

Inizia bene per il BBM Rugby Bassano 1976 il cammino nel poule delle squadre in lotta per non retrocedere. Nella sfida odierna contro l'Oderzo, i giallorossi di coach Baratella vincono e portano a casa i primi cinque punti in classifica. Oderzo che si presenta a Bassano con quindici giocatori; a ridosso di metà gara, e con il Bassano in vantaggio per 33-0, l'infortunio ad uno degli effettivi trevigiani costringe l'arbitro a fermare tutto; non c'è il numero minimo regolamentare di uomini in maglia Oderzo visto che i trevigiani non hanno cambi a disposizione. E di conseguenza la partita finisce e Bassano vince a tavolino, avendo comunque ampiamente dimostrato sul campo la propria superiorità odierna.

Un'occasione quindi per risparmiare energie, anche se tutti avrebbero comunque voluto concludere il match; impossibilitati a farlo, ma con cinque importanti punti in classifica, i giallorossi guardano ora alla prossima sfida con fiducia lasciando oggi 21 gennaio l'analisi del match al presidente Antonio Filippucci: "Iniziare bene era oggi fondamentale. Oderzo, avendo una squadra nella serie superiore, si era presentata qui con la seconda formazione e in numero limitato. Sarebbe stato bello finire comunque la partita ma di fronte al regolamento non possiamo far nulla e accettiamo, soddisfatti dei cinque punti e degli aspetti positivi che ci porta il fatto di aver comunque risparmiato energie. Fin qui è stata una stagione intensa, ora puntiamo a mantenere la categoria e a proseguire sulla strada della crescita."

Presidente, siamo però in una settimana nella quale non sono mancate critiche. Il mancato accesso alla poule promozione ha sollevato delle perplessità; siete tranquilli?

"Si, assolutamente. Siamo tranquilli; ho letto in settimana un articolo comparso sul Giornale di Vicenza in cui si definisce questa, la peggior stagione degli ultimi 25 anni - spiega Filippucci - e la cosa non mi trova affatto d'accordo per diversi motivi. Mai, ad inizio stagione, avevamo parlato di una squadra con l'obiettivo di provare a fare il salto di categoria; dall'anno scorso inoltre, ci siamo portati avanti tutta una serie di infortuni che ha limitato molto la nostra compagine, per non parlare degli abbandoni che per diversi motivi (studio, lavoro o altro) hanno interessato alcuni dei nostri giocatori più rappresentativi degli ultimi anni. Se guardiamo al semplice risultato non possiamo certo essere soddisfatti; ma guardando al campionato, leggiamo che i nostri sono stati 32 punti, più di quelli che negli anni scorsi ci consentirono di accedere alla poule promozione e che invece in questa stagione non sono bastati. Nel nostro girone c'erano due squadre appena retrocesse dalla B (Feltre e Villadose) e un livello molto alto. Dire che è il risultato peggiore degli ultimi 25 anni non è veritiero. E'un risultato forse sotto alle aspettative rispetto a ciò a cui i nostri tifosi erano abituati. Ma per realizzare il progetto che abbiamo in testa serve un po'di tempo. E i primi passi fatti dal nostro tecnico, dallo staff e dai ragazzi sono positivi."

Massima fiducia quindi a chi sta conducendo questa stagione?

"Assolutamente si, lo confermo e non c'è nemmeno bisogno di chiederlo. Anche oggi coach Baratella, alle prese con una formazione risicata dal punto di vista numerico, è riuscito a schierare una squadra competitiva e grintosa. Questa poule per non retrocedere ci servirà per iniziare ad inserire quegli under 18 che già dalla prossima stagione saranno aggregati alla prima squadra. Under che, lo ricordiamo, oggi hanno vinto 85-12 a Trento e che la settimana scorsa si sono imposti sulla seconda squadra del Rovigo superando anche in quell'occasione gli ottanta punti fatti."

Tornando alla stagione in corso della formazione senior, dove si sono registrate le maggiori difficoltà?

"Inizialmente abbiamo avuto difficoltà nella linea dei trequarti che è stato necessario ricostruire praticamente da zero. Poi qualche altro infortunio ci ha limitato, ma detto questo sono soddisfatto e il progetto che vogliamo portare avanti passa anche per momenti non facili come quelli avuti in questo campionato. Adesso guardiamo avanti, andando a centrare l'obiettivo concentrandoci sulla prossima partita."

C'è, e gliela faccio come ultima domanda, una partita che tuttavia, complimenti a parte, non le è andata giù quest'anno?

"Intendiamoci, abbiamo vinto a Feltre e portato a casa due punti contro il Villadose, segnali positivi che non dimentico. Certo, se proprio devo ripensare ad un match che mi ha fatto arrabbiare, dico la prima partita con il Belluno chiusa 15-15. Ma è acqua passata, guardiamo avanti e puntiamo ad andare dritti in meta, il maggior numero di volte possibile."

BBM Rugby Bassano 1976

Leggi tutti gli articoli su: BBM Rugby Bassano 1976, Antonio Filippucci
Commenti

comments powered by Disqus
Gli altri siti del nostro network