Quotidiano | Categorie: Sport vari

Sport Business Community a Vicenza, Antonio Buglione: "progetto in cui coinvolgeremo alcune società sportive della città"

Di Redazione VicenzaPiù Venerdi 5 Ottobre alle 17:52 | commenti

ArticleImage

A Vicenza è nata Sport Business Community, un financial project che mette il "progetto sport" in rete nella comunità. Un programma per promuovere l'economia sociale dello sport, con la creazione di una start-up, che abbia l'obiettivo di sviluppare la pratica sportiva e l'inclusione sociale, con il coinvolgimento delle società sportive, degli imprenditori, delle associazioni di categoria, dei professionisti, delle aziende.

La gestione coordinata dei progetti, della comunicazione, delle attività di business e di marketing tra stakeholders e destinatari, è di un team di professionisti, tra cui Massimo Tonello e Raffaella Lioce, con la consulenza esterna di Nòmisma Bologna di Marco Marcatili. L'anima del progetto a Vicenza è Antonio Buglione:

“La nostra visione di sport - spiega - è per una città sostenibile, una comunità resiliente, dove le politiche sportive contribuiscono alla qualità della vita dei cittadini, alla competitività e all'attrattiva del territorio, anche grazie a nuove collaborazioni e, soprattutto, alla condivisione di idee e obiettivi da parte delle società sportive”.

“Nell'ambito sportivo – continua Buglione - l'idea di trattare argomenti come business, finanza, economia del territorio, è sempre stata un tema poco conosciuto e soprattutto poco esplorato. In particolare modo, la mancanza di competenze ha portato a gestire le società sportive in maniera "dilettantistica" o, quantomeno, poco accorta ai cambiamenti della società e dell'economia. Con un business project in cui coinvolgeremo alcune società sportive della città, proveremo a sviluppare il concetto di Business Community, in cui azioni, idee, obiettivi verranno condivisi e portati sul "mercato" dell'economia del territorio, delle imprese, delle professioni, e saranno il motivo per mettere in comune le esigenze del mondo dello sport, con la necessità di coltivare nuovi business”.

Commenti

comments powered by Disqus
Gli altri siti del nostro network