Post gare | Quotidiano | Categorie: Sport vari

Ultrabericus trail: cala il sipario su un'edizione da record

Di Comunicati SportMyart Venerdi 24 Marzo alle 09:22 | commenti

ArticleImage

Arriva in una Piazza dei Signori su cui è da tempo calato il buio Gianfranco Zanon: è lui l'ultimo finisher dell'Ultrabericus Trail 2017. 8 ore e 18' dopo il trionfatore e recordman, Marco Menegardi, Zanon, classe 1941, è sfilato sotto le colonne alle 23.50 di sabato 18 marzo, bloccando il cronometro sul tempo di 13:50:00.

Come sempre per lui ad attenderlo c'erano i volontari di casa Ultrabericus Team che subito dopo hanno iniziato a smobilitare la grande macchina organizzativa.
Si spengono così definitivamente le luci di un'altra edizione segnata dalle novità e dai record.
Record di partecipanti con un totale di 1.795 iscritti, 1.540 dei quali hanno affrontato i percorsi proposti dalla manifestazione e hanno tagliato il traguardo nel cuore della Città del Palladio. Record di percorrenza, con il nuovo tempo da battere fatto registrare dal vincitore Marco Menegardi, che ha chiuso in 5:31:55 e ha mandato così in soffitta il precedente record, messo a segno nel 2012 dal "camoscio di Dolcedo", Lorenzo Trincheri. Di rilievo anche la prestazione delle donne: i record di Federica Boifava sono inarrivabili, ma solo Francesca Pretto e Isabella Lucchini, rispettivamente prima e seconda nell'integrale hanno saputo sfondare il muro delle sette ore contro il quale nessuna in passato aveva mai avuto ragione.

Entusiasti poi sono stati all'arrivo i commenti dei tanti runners che hanno voluto testare il nuovo percorso Urban, new entry dell'edizione 2017. Sono davvero piaciuti i 22 km proposti, con un dislivello positivo di 750 m, che hanno visto fare incetta di premi gli atleti di casa del team Vicenza Marathon. Ad Andrea Mignolli e Anna Zilio sono infatti andate le vittorie di giornata. Per la gara maschile, poi, i green Francesco Lorenzi e Simone Cortiana si sono piazzati sugli altri due gradini del podio. Dietro ad un'arrembante Zilio, invece, sono arrivate nell'ordine Lisa Carraro (A.A.A. Malo) e Martina Testarmata (Tibur Ecotrail).

Come ogni anno anche per la sua settima edizione Ultrabericus ha accolto atleti ed atlete provenienti da 55 province d'Italia e una decina di Paesi di tutto il mondo, dalla Francia agli Stati Uniti, dalla Germania all'India.
Nel nuovo tracciato Urban dominatrici sono state le presenze vicentine con in testa i portacolori di Atletica Vicentina (18) e Vicenza Marathon (16). Bene anche per Durona Trail (11 concorrenti).
Ancora Atletica Vicentina si impone come team più numeroso nella gara Twin con 18 concorrenti, seguita da iRun Trail (17), Asd Galzignano Trail Friends (14) e Limena Run Asd (14).
Sulla lunga integrale, infine, il team Emme Running è stato il più presente con 18 runners in gara. Dietro di loro troviamo poi la rappresentanza targata Aim Energy Asd (17), i Fagiani Imprendibili (13), il team Mud and Snow Asd (12), i Summano Cobras e il trevigiano Gs Mercuryus (11), quindi Carvico Skyrunning Asd e Runners Team Zanè a pari merito con 10 concorrenti.

Infine, è stata aggiornato lo special ranking dedicato ai 20 "senatori", quegli atleti ed atlete cioè che in sette edizioni non hanno mancato il traguardo nemmeno una volta. A guidarli nella carica che si proietta alla prossima edizione del 17 marzo 2018 c'è un tenace Mauro Manenti, con un tempo di gara totale di 46 ore, 22 minuti e 30 secondi, 6 ore 38 min il suo tempo di percorrenza medio. In fondo alla lista, invece, troviamo Natalina Masiero che in questi sette anni si è davvero gustata il percorso, collezionando un tempo totale di 77 ore, 54 minuti e 19 secondi trascorsi sui Colli Berici.

Commenti

comments powered by Disqus